Audi A9 – estetica, meccanica, versioni

0
295

Audi è sempre “all’avanguardia della tecnica”. Per conoscere il futuro della Casa dei Quattro Anelli basta ammirare l’Audi A9 Concept. Il prototipo rappresenta infatti il nuovo corso stilistico a cui aspirano i designer tedeschi. Ma non solo. Infatti questa si configura anche come la futura ammiraglia della Casa.

Ma scopriamo a che punto sono oggi i piani di Audi per la sua A9.

Breve storia della A9

La storia dell’Audi A9 è recente. Si vocifera di questa novità fin dal 2011, ma la A9 Concept ha debuttato al Salone di Los Angeles nel 2014. Il suo design molto particolare ha dato il via alla nuova era stilistica che caratterizza le vetture Audi che troviamo attualmente nel listino.

La sua presentazione è avvenuta dapprima con un video teaser rilasciato dalla Casa automobilistica di Ingolstadt. Il filmato del marchio dei Quattro Anelli (potete guardarlo qui sotto) ci fa vedere l’Audi A9 Concept nascosta sotto un telo. Intorno ad essa si muove Marc Lichte (Capo design di Audi e voce narrante).

Lichte racconta da dove deriva l’ispirazione che sta alla base delle forme e dello stile della Audi A9 Concept, cioè dalla famosa Audi 90 quattro IMSA GTO e dalle prime generazioni della A8 e della TT.

In ogni caso, il via libera al “couperone” Audi dovrebbe arrivare alla fine del 2019. Un ritorno al passato che ha lanciato la nuova Audi A9 direttamente nel futuro.

Estetica

L’autore della “show car” Prologue, Lichte, ha fatto il suo esordio con uno dei suoi primi progetti sottoposto all’Audi. La Prologue, il concept della A9, è stata immaginata fin da subito come l’auto che avrebbe dovuto affiancarsi alla A8.

Lunga 5100 mm, larga 1950 mm ed alta 1390 mm, era più corta della A8 di oggi di 35 mm, più stretta di 1 mm e più bassa di 70 mm.

I fari si sviluppano come elementi cuneiformi larghi e piatti. Questi si estendono sopra il single frame e sono dotati di tecnologia laser ad alta risoluzione. Questa innovazione Audi schiude nuove possibilità per le future configurazioni dei proiettori e permette di integrare funzioni completamente nuove.

Quella che esteticamente sembra la pupilla del faro, è costituita da una lente a proiezione con fonte luminosa al laser ed è in grado di illuminare la strada alla perfezione. Con la nuova tecnologia laser, i designer hanno potuto creare un elemento nuovo, leggero, compatto ed elegante, a forma di occhio.

Meccanica

L’Audi Prologue A9 è in grado di conciliare alla perfezione potenza, comfort ed efficienza.Se vi state chiedendo cosa si nasconde sotto al cofano, la risposta è qui.

audi-a9-prologue-concept
audi-a9-prologue-concept

Il suo motore 4.0 TFSI eroga 605 CV (445 kW) e sviluppa 750 Nm di coppia massima. Tutto ciò permette alla concept car di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi netti.

Lo sterzo integrale è dinamico ed agisce anche sulle ruote posteriori. L’angolo di sterzata fino a 5 gradi rende l’auto molto maneggevole e stabile. Sul frontale basso domina il single frame, perfettamente integrato, su cui figurano i 4 anelli Audi. La mascherina del radiatore è invece molto più larga e più piatta rispetto ai modelli attuali.

“Con la sua filosofia chiara e la piena comprensione di ciò che costituisce il DNA di Audi, ha sviluppato una strategia di design che schiude prospettive completamente nuove. Moderno e molto coinvolgente, questo nuovo corso esprime in modo perfetto la competenza tecnologica e le ambizioni del Marchio in termini di qualità. La Audi prologue è il primo esemplare di questa nuova strategia e costituisce una sorta di biglietto da visita”.

Versioni

Entro il 2020 verrà lanciata l’Audi A9 e-tron. Questa si propone come diretta rivale della Tesla Model S.

La nuova elettrica di Ingolstadt sarà posizionata allo stesso livello dell’Audi A8 per dimensioni e lusso. In pratica sarà la sua versione coupé. La differenza sarà ovviamente sotto il cofano, con 3 motori elettrici: uno accoppiato all’asse anteriore e 2 a quello posteriore. Il terzetto svilupperà un totale di 430 cv che potranno diventare 496 (per poco tempo, grazie ad una modalità sportiva selezionabile dal guidatore).

La futura Audi A9 e-tron sarà quindi completamente elettrica, a trasmissione integrale e ad altissime prestazioni (anche in termini di autonomia).

Anche se può sembrare curioso, il pianale che verrà sfruttato da Audi per la sua nuova ammiraglia elettrica, non sarà quella della Porsche Mission E (era facile pensarlo perché Porsche appartiene al gruppo VW proprio come Audi). La piattaforma usata sarà quella EV, la stessa del prossimo SUV Q6 e-tron. Questa è stata presentata al salone di Francoforte del 2015 (appunto con la Concept Prologue).

Particolarità Audi A9 E-tron

Il gran capo Audi Rupert Stadler ipotizza per la A9 e-tron uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi. La velocità massima invece sarebbe autolimitata a circa 210 km/h. In tutto ciò, l’autonomia si attesterebbe (nella configurazione del sistema batterie base) a circa 500 Km.

Il capo della ricerca e sviluppo Audi, Stefan Knirsch, afferma che la nuova berlina elettrica offrirà un’esperienza di guida unica. Come? Secondo lui ciò sarà possibile grazie all’uso di motori elettrici asincroni.

Knirsch dichiara: “Alcuni concorrenti hanno optato per un motore sincrono con una buona disponibilità di potenza a regimi relativamente bassi. Ci sono anche motori asincroni che tipicamente raggiungono picchi di potenza simili ma con regimi molto più alti. Dal 2018, le nostre auto elettriche saranno equipaggiate con motori asincroni. Siamo convinti che offrano livelli di efficienza più elevati rispetto ai motori sincroni. ”

Sarà il sistema batteria da 95kWh raffreddato a liquido e posizionato sul fondo dell’abitacolo a dare l’energia necessaria per sfruttare appieno la vettura. Le batterie potranno poi essere ricaricate sia con il sistema tradizionale, sia con una ricarica induttiva da 11 kW wireless.

Inoltre, l’Audi A9 e-tron offrirà un sistema di guida autonoma di 4° livello. In cosa consiste? Questo sistema consentirà all’auto di guidare in autostrada in totale autonomia. Un altro passo verso vetture sempre più indipendenti ed innovative.

Scheda tecnica

SCHEDA TECNICA
MOTORE turbo benzina
CILINDRATA 4.0 TFSI
POTENZA 605 CV (445 kW)
COPPIA 750 Nm
ACC. 0-100 KM/H 3,7 s
DIMENSIONI 5,1 m, 1,95 m h 1,39 m

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui